Decalcificare la macchina da caffè: i migliori metodi

Decalcificare la macchina da caffè: i migliori metodi

Sostanze chimiche, naturali o prodotti specifici? Scopri come decalcificare la tua macchina da caffè con i nostri consigli.

Quando si acquista una macchina da caffè in cialde si ha la certezza di assaporare un caffè sempre buono, cremoso, pronto in pochissimi secondi. Uno degli aspetti più importanti da considerare per ottenere questo risultato è prendersi costantemente cura della macchina da caffè, per preservarne la durata nel tempo. Come? Eliminando il calcare che si deposita al suo interno e che, sul lungo periodo, rischia di rovinarla.

Decalcificare la macchina da caffè è quindi un’attività da includere necessariamente nelle proprie abitudini soprattutto se ci si accorge che il caffè non è più erogato in modo fluido ma intermittente, se la macchina fa troppo rumore, oppure se l’aroma del caffè è particolarmente sgradevole. Ai primi segnali di malfunzionamento occorre già correre ai ripari, evitando così costosi e lunghi interventi di riparazione.

In questo articolo ti spieghiamo perché è fondamentale decalcificare la macchina da caffè e con quanta frequenza farlo, consigliando i metodi più semplici ed efficaci.

Perché decalcificare la macchina da caffè

I depositi di calcare sono un fenomeno assolutamente naturale che riguarda qualsiasi elettrodomestico. Nell’acqua, infatti, sono presenti sali di calcio e magnesio che a lungo andare formano il calcare che si deposita lungo le pareti di tubature, ingranaggi e meccanismi interni, compromettendo l’utilizzo della macchina e rendendo più difficoltoso il passaggio del caffè o dell’acqua stessa.

In più, la presenza di calcare impedisce all’acqua di raggiungere una temperatura ottimale per l’estrazione di un buon caffè e la crema desiderata non si creerà mai.

Inoltre, i depositi di calcare attirano la presenza di agenti patogeni che possono causare reazioni allergiche o infezioni e si rivela quindi fondamentale pulire la macchina da caffè costantemente per tutelare la nostra salute.

Quando decalcificare la macchina da caffè

Abbiamo appurato che la rimozione del calcare deve diventare una vera e propria abitudine per chiunque possieda una macchina da caffè, ma con quanta frequenza va eseguita?

La decalcificazione andrebbe effettuata ogni 300 erogazioni circa, ma il modo più corretto è basarsi sul carico di lavoro della macchina da caffè e sulla durezza dell’acqua. Ecco perché, per preparare un buon caffè, consigliamo di utilizzare sempre acqua minerale in bottiglia che contiene un residuo fisso più basso. In questo caso suggeriamo di decalcificare la macchina da caffè almeno ogni 3-4 mesi.

I metodi per decalcificare la macchina da caffè

Per sciogliere il calcare si utilizzano solitamente agenti acidi che ne scompongono le particelle disperdendole, rendendolo “innocuo”. Le sostanze da utilizzare per decalcificare la macchina da caffè possono essere a base di prodotti naturali o chimici. Molti ritengono che i prodotti naturali siano efficaci quanto quelli chimici, con il vantaggio di non inquinare l’ambiente, ma non è sempre così. Vediamo di seguito entrambe le soluzioni, sfatando alcuni luoghi comuni.

Decalcificare la macchina da caffè con aceto

È Il metodo naturale più conosciuto per decalcificare la macchina da caffè così come qualsiasi altro elettrodomestico. L’aceto non è pericoloso, non ha un impatto negativo sull’ambiente tutti lo possiedono in casa e le sue proprietà acide consentono di sciogliere il calcare. Nonostante ciò, l’aceto non è il prodotto adatto per la decalcificazione periodica della macchina da caffè perché con un utilizzo prolungato rischia di danneggiare alcune componenti fondamentali, come le parti in gomma e le guarnizioni.

Decalcificare la macchina da caffè con bicarbonato

Anche il bicarbonato è una sostanza naturale particolarmente adatta alla pulizia domestica, perché non è pericoloso, non è inquinante ed è economico. Ma anche in questo caso non rappresenta la soluzione più idonea per decalcificare la macchina da caffè. Il bicarbonato è, infatti, una sostanza alcalina, non in grado di agire contro il calcare che si scioglie in un ambiente acido.

Decalcificare la macchina da caffè con prodotti chimici

Sembra che i prodotti chimici siano la soluzione più adatta a decalcificare le macchine da caffè, tanto da essere consigliati stesso dai rivenditori di macchine da caffè. Sono efficaci, specifici e garantiscono un risultato immediato. Ma hanno anche tante controindicazioni. In primo luogo, con la loro azione corrosiva possono danneggiare anche i meccanismi della macchina. In secondo luogo, contengono sostanze nocive e inquinanti.

Decalcificare la macchina da caffè con Bomba Plus

Hai capito che per poter assaporare ogni giorno un buon caffè, è fondamentale decalcificare la macchina da caffè, ma sei anche arrivato alla conclusione che il miglior prodotto è quello che non corrode le componenti interne, non inquina l’ambiente e allo stesso tempo preserva la durata della macchina sciogliendo il calcare.

Didiesse ha la soluzione per te. Bomba Plus è il decalcificante ecologico e professionale per macchine da caffè in cialde e capsule a base di acidi organici non aggressivi. L’azione sinergica di questi acidi consente l’eliminazione dei depositi calcarei presenti, senza utilizzare acidi corrosivi e pericolosi per l’uomo e per l’ambiente.

Disponibile nel pratico flacone da 250 ml in confezione da 4 flaconi, Bomba Plus è il prodotto duraturo ed economico per pulire la macchina e prevenire la nascita del calcare, ma anche per rimuoverlo nel caso in cui avesse già intaccato le prestazioni della macchina.

Utilizzarlo è semplicissimo. Puoi scoprire le modalità di utilizzo sul nostro sito web dove potrai anche comodamente acquistarlo.

Categoria: Tutorial
Pubblicato il: 14 Ottobre 2021
Condividi
Non perderti le nostre offerte Registrati alla nostra newsletter!
Newsletter Signup ITA